Monti Dauni | BOVINO
16379
localita-template-default,single,single-localita,postid-16379,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

BOVINO

BOVINO

Per la sua posizione, Bovino è stata sin da epoca romana un posto di rilevanza strategica per l’attraversamento degli Appennini. L’antica città di Vibinum è stata quindi oggetto di interesse militare sia da parte di Annibale, che la cinse d’assedio nel 217 a.C., che più tardi da parte di Greci e Bizantini.
Bovino ha conosciuto il suo massimo splendore quando divenne feudo dei Guevara, nobile famiglia di origine spagnola, trasferitasi a Napoli al seguito di Alfonso V d’Aragona. Fu uno dei fulcri dell’attività di brigantaggio con il suo celebre Vallo di Bovino, passaggio obbligato per l’attraversamento dell’Appennino.

DA VEDERE

Data la sua antica storia, Bovino presenta moltissime architetture interessanti e passeggiare nel paese, che ancora conserva l’antica pianta romana pur in presenza di un’architettura di stampo medievale, permette di cogliere i mille particolari dei portali in pietra dei palazzi signorili.
Il Castello Ducale, costruito sui resti di un’antica rocca romana dal normanno Drogone, è stato più volte ampliato e modificato e della struttura originaria restano la torre cilindrica ed il cassero, mentre nel cortile si segnala l’Orologio a quarti di metà settecento. Nel suo interno, che ospita il Museo Diocesano (Orari: Martedì - Giovedì – Sabato ore 16.00-19.00, Domenica e festivi ore: 10.00-12.30/15.30-19.00. Dal 15 luglio al 15 settembre Martedì - Giovedì - Sabato - Domenica e festivi ore: 10.00-12.30/16.00-19.00), si conservano ricchi arredi e si segnala la Cappella con un prezioso pavimento in maiolica.
Si prosegue con la Basilica Cattedrale dalla caratteristica facciata romanico-pugliese, dal tetto a capanna e i preziosi frammenti scultorei bizantini che conserva “Il Martirio di San Sebastiano”, opera attribuita a Mattia Preti, discepolo di Caravaggio. Accanto alla cattedrale troviamo il Cappellone di San Marco, piccola chiesa originariamente indipendente, con il suo portale monumentale.
Meritano una citazione anche il Palazzo Vescovile del ‘700 con la sua biblioteca, la Chiesa di San Pietro costruita nel 1099 sulle rovine di un tempio pagano ed altri luoghi di culto, tutti di stile neoclassico, come la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, con una cripta usata per le sepolture, la Chiesa del Rosario con il suo organo settecentesco e la Chiesa del Carmine.

DA FARE

Immancabile è una passeggiata nel Borgo Antico che alterna scorci dei suoi vicoli con spettacolari ed inaspettati belvederi che può prolungarsi anche all’interno della Villa Comunale nel cuore del paese.
Fuoriporta, oltre il Ponte di Bovino e di fronte alla Posta del Ponte (luogo in cui si potevano accudire e cambiare i cavalli), si trova la Fontana Monumentale Borbonica. Nei pressi si trova l’Antico Moleno, bel mulino ad acqua sul torrente Cervaro.

EVENTI E FESTE

Ad agosto, nella terza settimana, Bovino ospita l’Indipendent Short Film Festival, rassegna internazionale di cortometraggi. Durante l’evento si svolge la Festa Popolare nel Borgo Antico, occasione per degustare le bontà culinarie ed i prodotti tipici del territorio.
Il 29 di agosto è possibile assistere alla Cavalcata Storica che ricorda la venerazione dei Bovinesi per la Vergine, dove i cavalieri accompagnano la sua statua che dal Santuario arriva in Cattedrale.
Il secondo sabato di ottobre si svolge la Sagra della Castagna e sapori d’Autunno.

Eventi in programma


Nessun elemento

INFO UTILI

LE AZIENDE

DOVE MANGIARE

DOVE DORMIRE