Monti Dauni | MONTELEONE DI PUGLIA
17035
localita-template-default,single,single-localita,postid-17035,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

MONTELEONE DI PUGLIA

MONTELEONE DI PUGLIA

Collocato a 842 m. s.l.m., Monteleone è il comune più elevato in Puglia. Deve il suo nome a Munt Lion, nome dato al luogo da rifugiati valdesi Lionesi che vi si stabilirono in fuga dalla Provenza quando il papa si stabilì ad Avignone. Le origini del paese sono sicuramente antecedenti al XIV sec., come testimonia il ritrovamento di una necropoli risalente all’anno 1000. Il borgo fu feudo della famiglia dei Guevara che edificò un palazzo baronale (Palazzo Trombetti).

DA VEDERE

La Chiesa Madre di San Giovanni Battista, che sorge sui resti di una chiesa del XIV sec., è uno bell’esempio di architettura sacra ottocentesca. La facciata è realizzata in pietra grigia bugnata a punta di diamante, mentre gli interni sono di gusto barocco.
La Chiesa di San Rocco, in contrada San Rocco, testimonia la terribile pestilenza che colpì Monteleone causando oltre trecento vittime che furono seppellite in questo luogo. Quando finalmente la peste fu vinta, i sopravvissuti fecero erigere questa piccola cappella che, distrutta dal terremoto del 1962, fu ricostruita.
In Largo Trombetti troviamo una Croce risalente al 1800 che celebra la lotta delle forze repubblicane contro le truppe napoleoniche.

DA FARE

Nei dintorni di Monteleone, si può godere della pace e tranquillità offerta dai boschi di Zona Macchione, dove troviamo diverse sorgenti di acque sulfuree, e di Bosco Selvamala che fu teatro nel 1142 delle seconde Assise, una specie di costituzione ante litteram, volute dal principe normanno Ruggero II d’Altavilla dopo che le prime si erano svolte ad Ariano Irpino.

EVENTI E FESTE

A marzo, come in molti comuni montani si accendono i Falò di San Giuseppe. Il sabato santo la tradizione vuole che si percorra il paese cantando la Pasquarella, ottenendo in cambio accoglienza e cibo.
Sia a maggio che, soprattutto, ad agosto si festeggia San Rocco quando il borgo si anima con una storica fiera che richiama devoti e turisti.
Ad agosto, nella prima decade, si svolge la Sagra del Maiale Nero, mentre il 13, nell’incantevole scenario di Piazza Municipio, è la volta della Sagra del Caciocavallo, dei Cicatelli e dell’Acc’, occasione per degustare i famosi formaggi di Monteleone e le altre prelibatezze tipiche del territorio.

Eventi in programma


Nessun elemento

INFO UTILI

LE AZIENDE


Nessun elemento

DOVE MANGIARE

DOVE DORMIRE